Concerti

Venerdì 29 giugno 2018 – ore 20.30
ROMA SI CANTA
Gran concerto Roma e Madrid – Concerto per cori e orchestra
Musiche di Jacob De Haan, Edward Elgar, Charles Gounod

Coro Aramus diretto da O. Guidotti – Coro SaMaMe diretto da A. D’Eusebi – Banda Agrupaciòn Musical “La Muela” diretta da R. Lesmez Sixto
Basilica di San Lorenzo in Damaso
Piazza della Cancelleria 1 – 00186 ROMA
Ingresso libero

——————————————————————————————————————–

ROMA SI CANTA
Festival Corale Itinerante
22 giugno – 1 luglio 2018

Venerdì 29 giugno 2018 – ore 20.30
Gran concerto Roma e Madrid – Concerto per cori e orchestra – Musiche di Jacob De Haan
Basilica di San Lorenzo in Damaso
Piazza della Cancelleria 1 – 00186 ROMA
Ingresso libero

Il Festival nasce dall’iniziativa di alcuni gruppi musicali, italiani e spagnoli, che si ritrovano, in occasione della fine dell’anno sociale, per celebrare la musica e la bellezza nello scenario romano.

Obiettivo del festival è quello di mostrare lo spirito di accoglienza e ospitalità della Capitale, attraverso l’apertura al pubblico di residenti e ospiti della città di alcuni tra i suoi più prestigiosi monumenti e chiese. La scelta del periodo estivo, con il rallentamento delle attività produttive, e la celebrazione dei santi patroni sono uno scenario ideale per promuovere un momento di pausa, di ascolto, di riconoscimento di Roma come città di suoni meravigliosi, accattivanti, aggreganti che si sostituiscono ai consueti rumori di clacson, di traffico, di voci nervose e frettolose.

Il festival intende, in primo luogo, celebrare la sensibilità e la cultura musicale della città di Roma. Quella di Roma non è solo una scuola musicale di prima grandezza per la nascita e lo sviluppo della polifonia in-centrata sulla tradizione della chiesa romana, ma è a Roma che si sviluppa, fino all’età contemporanea, una capacità di ospitare produzioni musicali popolari, folkloriche profane o legate a tradizioni religiose diverse da quella cattolica. Il programma è quindi costruito mettendo insieme stili e linguaggi, dal canto popolare alla tradizione madrigalistica, dalla processione musicale itinerante alla musica da meditazione, in grado di valorizzare scenari suggestivi di chiese e monumenti, permettendone il godimento anche a un pubblico di non addetti ai lavori.

Il festival vuole essere inoltre un’occasione di incontro e di scambio tra realtà che studiano e praticano la musica, non per professione, ma per vocazione, perché sono convinti che attraverso la musica si possa non solo godere del bello, ma anche trasmettere un linguaggio di pacificazione, di solidarietà e di scambio tra persone e gruppi umani, anche molto diversi tra loro.

Infine, il festival si propone di creare dei momenti di offerta musicale in luoghi di sofferenza sociale della città: ospedali e centri di accoglienza, regalando un’occasione di gioia e di aggregazione.

Ideatori e Associazioni pilota
• Associazione Aramus, www.aramus.it
• Associazione Coroanaroma, www.coroanaroma.it

Associazioni e gruppi musicali partecipanti
• Coro Aramus – Dir. O. Guidotti
• Coro ANA Roma (Coroanaroma) – Dir. O. Guidotti
• Banda Agrupación Musical “La Muela” (Corral de Almaguer) – Spagna – Dir. R. Lesmez Sixto
• Coro Cantering – Dir. D. Versino
• Coro Diapason – Dir. F. De Angelis
• Coro della Collina – Dir. D. Versino
• Coro Nomentum – Dir. Filippo Stefanelli
• Coro Roma Polifonia – Dir. R. Carlini
• Coro Malga Roma – Dir. M. Piazza
• Fanfara Gruppo Alpini di Borbona – Dir. D. Teofili; E. Rea
• Coro ANA “Marco Bigi” di Viterbo – Dir. G. Bisceglia
• Ensemble di flauti Zefiro – Dir. F. Leonardi
• Coro SaMaMe – Dir. A. D’Eusebi
• INTRIO: H. Matmuja – soprano, D. Agostini – tromba, O. Guidotti – organo

Collaborazioni
• A.N.A. Associazione Nazionale Alpini – Sez. di Roma
• Caritas Diocesana di Roma
• Vicariato di Roma
• Basilica Parrocchiale San Lorenzo in Damaso – Roma
• Chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani – Roma
• Arciconfraternita S. Maria Odigitria – Roma
• Save the Children

Scarica il Comunicato Stampa

——————————————————————————————————————–

Concerto: Oratorio de Noël di Camille Saint-Saëns
Chiesa di Santa Maria Odigitria
Via del Tritone, 82 – Roma
Sabato 13 gennaio 2018 – ore 19.30
Ingresso libero

L’Oratorio de Noël di Camille Saint-Saëns, autore francese dell’Ottocento, fu composto all’età di ventitrè anni in meno di due settimane, a soli 10 giorni dalla sua prima esecuzione, a Natale del 1858. Nell’oratorio di Sait-Saens c’è una devozione verso J.S.Bach, il maestro di Lipsia, (“Dans le style de Séb. Bach“, come reca il Preludio di Saint-Saens).

Il testo è tratto dalla liturgia latina cattolica del Natale ed è articolato tra i solisti e il coro in modo descrittivo: come se i vari personaggi del Presepe si esprimessero in canto. Si respira una chiara intenzione di semplicità quasi francescana, che riecheggia le intenzioni del Movimento Ceciliano, unita ad un intenso lirismo ed a elaborate ed espressive soluzioni armoniche.

La pagina nel complesso è un nobile esempio di composizione sacra ottocentesca.

Camille Saint-Saëns – Oratorio de Noël – op.12

  1. Preludio
  2. Recitativo e Coro
  3. Aria, mezzosoprano
  4. Aria e Coro, tenore
  5. Duo, soprano e baritono
  6. Coro
  7. Trio, soprano, tenore e baritono
  8. Quartetto, soprano, mezzosoprano, contralto e baritono
  9. Quintetto e Coro
  10. Coro

Yasko Fujii soprano – Angela Bucci mezzosoprano – Gaetana Mirabelli contralto
Pablo Cassiba tenore – Roberto Curione basso
Coro e Orchestra Aramus della Schola Cantorum San Lorenzo in Damaso
Violini: Gabriele Benigni, Laura Scipioni – Viola: Lorenzo Rundo
Violoncello: Adriano Ancarani – Violone: Fabrizio Cardosa
Arpa: Valeria Carissimi
Organo e Basso Continuo: Paolo Tagliapietra

Osvaldo Guidotti, direttore